Vai al contenuto

Enrico D’Angelo

Enrico D’Angelo, dopo il diploma, inizia il suo percorso professionale insegnando tennis in un circolo della prima periferia di Milano, sua città natale.
Dieci anni con la racchetta in mano, poi nuove esperienze nel settore turistico.
A quarant’anni, spinto dalla passione per il mare e per il windsurf, approda in Sardegna. Rileva un lido balneare che gestirà per dieci anni. Qui le prime esperienze di scrittura. Partecipa a un concorso letterario e lo vince. Nasce il progetto più ambizioso della composizione di un romanzo.
La narrazione prende spunto da un fatto di cronaca, ma l’intero mazzo viene mischiato a lungo servendo un giro di carte totalmente stravolto e manipolato.
“La solitudine del ragno” è la sua opera prima.