Aurelio Spada

Mio nonno aveva una parete sulla quale collezionava delle antiche armi che sono state usate ovunque, prima che lui potesse prenderle. Io da bambino mi incantavo davanti a quella parete. Era per me l’ostentazione della forza, e dell’unione, sua, mia e di chiunque avesse mai usato quelle armi prima di noi.
Ci sono circa 7.844 miliardi di persone nel mondo e una di queste sono io: il mio personaggio; ho voluto che la sua forma ostentasse lo stesso valore, di unione e forza, che aveva in sé l’immagine di quella parete donatami da mio nonno. Così ho preso da lui il suo nome e la sua bellissima spada dal manico color cammello.